Seleziona una pagina
Cosa non si può spedire in Australia

Cosa non si può spedire in Australia

Perché dovresti sapere cosa non si può spedire in Australia?

L’Australia è l’Eden per centinaia di italiani, che ogni anno, oltre che per le vacanze, si recano in questo remoto e bellissimo Paese, per motivi di studio, di lavoro o per divertirsi praticando sport tra cui il surf (se sei tra questi ultimi, potrebbe interessarti scoprire come inviare una tavola da surf).

Va da sé, quindi, che le spedizioni da e per l’Australia siano all’ordine del giorno; per organizzarsi al meglio ed evitare brutte sorprese, tuttavia, è bene sapere cosa non si può spedire in questa fantastica isola.

Cosa non spedire in Australia: attenzione ai cibi

Chi ha un figlio o un nipote che vive all’estero lo sa meglio di tutti: far arrivare i prodotti italiani nel Paese ospitante è un’abitudine diffusa.

Per spedire cibo in Australia, tuttavia, bisogna fare attenzione, perché molti prodotti rischiano di essere fermati alla dogana.

Scopriamo allora nel dettaglio quali sono i cibi “banditi” e perché.

  • Carne e pesce. Brutte notizie per gli amanti dei salumi: gli insaccati, infatti, rientrano nella black list dei cibi proibiti da spedire in Australia, così come tutti i prodotti (incluso il cibo per animali) che contengono carne. Saranno delusi anche gli estimatori del pesce mediterraneo, perché, così come per quelli a base di carne, anche i prodotti ittici non possono essere inviati nel Paese.
  • Frutta, verdura e semi. Spedire frutta e ortaggi freschi all’altro capo del mondo non è frequente; tuttavia, per non correre rischi, è bene sapere che frutta, verdura, così come semi e granaglie, non passeranno sicuramente i controlli della dogana australiana.
  • Latticini. Chi vive in Australia dovrà rinunciare ai prelibati latticini italiani: il divieto d’accesso, infatti, è esteso anche a yogurt, formaggi, latte, nonché ai prodotti confezionati che contengono più del 10% di latte e uova.

Cosa non è possibile spedire in Australia oltre a molti alimenti?

Come abbiamo visto, parecchi cibi sono off-limits. Tra gli altri prodotti di cui è vietata l’importazione nel Paese, ricordiamo in particolare le piante di ogni tipo (dai bulbi alle piante intere).

Per completare la lista riguardo cosa non si può spedire in Australia, bisogna anche ricordare che i divieti si estendono anche agli animali vivi, siano essi mammiferi, uccelli o insetti e ai materiali da laboratorio, quali per esempio i campioni medici.

In ogni caso è utile sapere che: le regole delle dogane cambiano con molta frequenza quindi è opportuno, di volta in volta, rivolgersi a dei professionisti che contatteranno le diverse dogane dei corrieri per informarsi in merito alle modifiche delle limitazioni.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni ti basta contattare SpediBoss.com all’indirizzo  info@spediboss.com oppure guarda qui i prezzi delle spedizioni internazionali

 

Come spedire un telefono in Italia e Europa

Come spedire un telefono in Italia e Europa

Vuoi sapere come spedire un telefono in Italia e Europa? Ecco alcuni utili consigli per organizzare al meglio la tua spedizione.

Perché spedire un telefono? Da quando è stato inventato, il telefono è diventato uno strumento indispensabile.

A maggior ragione oggi, che ci permette davvero di fare tutto, dalle telefonate ai messaggi, fino all’invio di mail o alla ricerca di un tragitto per spostarci.

Per questo, che si tratti di ragioni di lavoro oppure di fare un regalo speciale a un amico o un parente che abita lontano, può tornare utile sapere come spedire un telefono.

Come fare per spedire un telefono? Parliamo di imballaggio 

Come per ogni tipologia di merce che viene spedita, esistono dei consigli utili ad effettuare una spedizione perfetta.

Anche per i telefoni o smartphone è richiesta innanzitutto una particolare cura nei confronti della preparazione dell’imballaggio, scegliendo non solo quello più idoneo al contenuto, ma anche prendendo le dovute precauzioni affinché l’apparecchio non subisca danni durante il trasporto.

Solitamente i cellulari hanno già una loro custodia, che li protegge da urti e graffi.

Per il trasporto via corriere, tuttavia, questa protezione si rivela insufficiente e pertanto va rafforzata.

Come? Semplicemente avvolgendo la confezione prima in uno strato di pluriball e successivamente nel cartone ondulato e inserendo poi il tutto all’interno di una busta imbottita o di  una scatola di cartone con del materiale antiurto di riempimento.

Questo metodo di preparazione dell’imballaggio assicura un duplice vantaggio: da un lato, infatti, si aumenta la barriera protettiva per salvaguardare il telefono da urti, graffi e sollecitazioni che potrebbero danneggiarlo durante il trasporto; dall’altro, aumentando il volume dell’imballaggio stesso, si riduce il rischio che il pacco venga smarrito.

Come spedire un telefono scegliendo il servizio di spedizione più adatto

Tra le cose che ci sono da sapere per spedire un telefono va annoverata anche la scelta del servizio di spedizione più idoneo.

Per esempio, se si desidera fare un regalo a una persona che vive all’estero bisogna informarsi circa le normative che regolano la spedizione di merce all’interno di quel determinato Paese, nonché capire se quest’ultimo rientra tra le nazioni coperte dal servizio.

Da non dimenticare – trattandosi di apparecchi non solo utili, ma anche solitamente costosi – di optare per un servizio che, come SpediBoss.com, assicura sempre anche il tracking della spedizione, così da poter controllare in ogni momento il percorso del pacco spedito.

Per richiedere maggiori informazioni è possibile inviare una email a info@spediboss.com

Spedire tavola surf: imballaggio e spedizione

Spedire tavola surf: imballaggio e spedizione

In un’epoca in cui le attrezzature sportive sono sempre più sofisticate, per spedirle senza causare danni è necessario prendere tutte le precauzioni possibili. Nel caso in cui si debba spedire una tavola da surf bisogna adottare alcuni importanti accorgimenti, dalla scelta dell’imballaggio alle modalità di spedizione.

Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Spedire tavola surf: l’imballaggio perfetto

Un fattore determinante per la corretta spedizione di una tavola da surf è l’imballaggio.

Per proteggere la tua tavola da surf da graffi e urti è opportuno procurarsi una sacca da viaggio e del pluriball.

Innanzitutto bisogna avvolgere la tavola con alcuni strati di carta con le bolle, poi la si infila nella custodia, che è bene scegliere di dimensioni leggermente più grandi della tavola, dal momento che il volume dell’involucro sarà aumentato per via del pluriball.

Se vuoi rafforzare ulteriormente la barriera protettiva puoi avvolgere la custodia nella carta a bolle e inserirla all’interno della scatola di cartone, pronta per essere spedita.

Per quanto riguarda lo scatolone, le opzioni sono due: confezionarlo in modo casalingo oppure acquistarne uno della misura giusta per contenere la tavola da surf.

Spedizione tavola da surf: a chi affidarsi?

Una volta che il tuo pacco è pronto non resta che scegliere un servizio di spedizioni sicuro e affidabile, in grado di spedire la tua tavola da surf con puntualità e precisione.

SpediBoss.com, servizio numero uno in Italia per le spedizioni online, si occupa anche di spedire pacchi di grandi dimensioni, in Italia, Europa e nel resto del mondo, con una copertura che include ben 220 nazioni.

Spedire una tavola da surf con SpediBoss.com è facile e veloce: puoi calcolare il preventivo direttamente online e scegliere la tariffa più in linea con il tuo budget. Per saperne di più, oppure contatta SpediBoss.com al seguente indirizzo email: info@spediboss.com.

SpediBoss.com si affida ai principali corrieri internazionali, offrendo al cliente un’ampia possibilità di scelta per quanto riguarda i costi di spedizione, in relazione alle diverse esigenze.

È infatti possibile non solo optare per il corriere espresso che si preferisce ma anche scegliere la modalità di consegna più comoda, da quella standard al servizio a orario definito.

Una volta effettuata la prenotazione, inoltre, è possibile tracciare il proprio pacco in tempo reale, grazie al numero di tracking fornito in concomitanza alla conferma dell’ordine.

 

Con l’arrivo dell’estate potrebbe interessarti sapere anche come fare per spedire una bicicletta